Diogene Annunci Economici

Cosa cerchi?

Tre domande a - Diogene Annunci Economici Forlì

Tre domande ad Andrea Gilardi

Tre domande ad Andrea Gilardi

Andrea Gilardi nato a Milano nel 1972 è laureato in Scienze Turistiche, presso l’Università degli Studi di Perugia, dopo avere lavorato nei maggiori tour operator nazionali quali: Francorosso, Alpitour, Condor, Veratour e Uvet Network S.p.a. e in compagnie aeree come Air Italy. Ora ricopre la carica di Direttore Business Aviation, Marketing & Comunication della società a capitale interamente privato Forlì Airport S.r.l.

Quali sono le caratteristiche principali dell’aeroporto di Forlì?

Sicuramente un aeroporto è un asset fondamentale per tutto il territorio. Il fatto che in una regione come l’Emilia Romagna siano presenti quattro aeroporti, ognuno con le proprie caratteristiche, da un'idea chiara del peso specifico del traffico aereo che, dalle previsioni sarà in fortissima crescita nei prossimi anni. Per quanto riguarda l'aeroporto di Forlì, ovviamente dobbiamo e sottolineare quelli che sono i vantaggi competitivi, in particolar modo l'accessibilità è uno dei temi cruciali. Da studi effettuati da società specializzate, emerge che in 25/30 minuti si raggiunge l’aeroporto Ridolfi praticamente da ogni angolo della della Romagna. Il Ridolfi a noi piace definirlo Smart Airport, piuttosto che Boutique Airport. Detto questo noi possiamo di fatto promettere un'esperienza al cliente che prevede l'imbarco, anche se si presenta solo con 30 minuti in anticipo all'aeroporto.

Quali sono le destinazioni che quest'estate si potranno raggiungere dall'aeroporto di Forlì

Di fatto per l'estate del 2022 si prevede una ripresa robusta del traffico aereo, dopo gli ultimi due anni che sono stati contaminati e colpiti in maniera drammatica dagli eventi pandemici. Con il nostro partner AeroItalia, abbiamo definito un network di destinazioni principalmente focalizzato sul business domestico. Perché abbiamo definito un network di destinazione in ambito italiano? Perché le ricerche condotte da Confcommercio e Confturismo, dicono, che l'85% degli italiani prevede una vacanza all'interno della penisola italiana per la prossima estate. In questo senso abbiamo definito un pannel di destinazioni molto interessanti dove figurano: 4 servizi a settimana su Napoli, 2 servizi settimanali su Alghero, 4 su Olbia, 4 su Brindisi, 2 su Lamezia, 2 su Lampedusa, 3 su Catania, 3 su Malta e 2 su Trapani. Osservando le vendite che sono partite ormai da qualche settimana, emerge che il bacino forlivese è molto attento soprattutto alle destinazioni siciliane infatti tra Catania, Lampedusa e Trapani si concentra ad oggi il 65% delle vendite.

Puoi parlarci del piano strategico per il futuro dell'aeroporto?

Ovviamente oltre alla partneship con Aeroitalia, la quale andrà a consolidarsi già a partire dal prossimo autunno, l’aeroporto è in stretto contatto con altre compagnie aeree per sviluppare prima di tutto il traffico già esistente. Per esempio su Tirana dove abbiamo tre frequenze settimanali in collaborazione con Albawings. Inoltre cercheremo di sviluppare il traffico europeo, sia sulle rotte verso est sia sulle rotte verso le capitali del Nord Europa. Il tutto naturalmente con un occhio di riguardo all'incoming, quindi il traffico dei turisti stranieri che sono interessati a venire in Romagna per poter fruire delle bellezze del nostro territorio.  

 


Emanuele Bandini

lunedì 20 giugno 2022