Diogene Annunci Economici

Cosa cerchi?

InfoSport - Diogene Annunci Economici Forlì

MASTERS OF DIRT TOTAL FREESTYLE FREESTYLE A TORINO,

UNO SPETTACOLO ENTUSIASMANTE

MASTERS OF DIRT TOTAL FREESTYLE FREESTYLE A TORINO,

All’Inalpi Arena di Torino, impianto capace di una capienza di oltre quindicimila spettatori, è andato in scena “Masters of dirt total freestyle”, uno spettacolo a dir poco entusiasmante, nel quale professionisti della disciplina hanno catalizzato l’interesse e l’attenzione del folto pubblico presente con evoluzioni ad un talle di difficoltà elevatissimo.

Non solo moto da cross e mountain bikes, mezzi normalmente utilizzati nel freestyle, ma anche motoslitte, quad e buggy, sino a giungere a monopattini e pattini a rotelle, sono stati il mezzo con il quale per due ore si è assistito a numeri di altissima tecnica, frutto di una preparazione fisica e tecnica che non piò lasciare nulla al caso.

Si è assistito, con l’occasione, ad un sobrio omaggio a Jayden “Jayo” Archer, il freestyler anche già campione di motocross, esimio interprete della disciplina, venuto a mancare qualche giorno fa durante un allenamento nel quale, a quanto si sia potuto sapere, nel tentativo di realizzare uno dei suoi numeri estremi, probabilmente, e si sarebbe trattato di un record assoluto, un quadruplo backflip, è incorso in un incidente purtroppo per lui fatale.

Uno spettacolo in cui la coreografia è stata assolutamente parte integrante delle evoluzioni eseguite dai protagonisti, uno spettacolo che ha presentato, in una prima assoluta per Torino dalla sua prima edizione del 2003, esercizi eseguiti anche da mezzi non convenzionali od in coppia; a tal fine da citare la prestazione della coppia formata da Rocky Florensa ed Antonio Navas, che sono riusciti durante il volo ad invertirsi di posizione sulla moto.

Un plauso agli organizzatori, capaci di mettere in scena uno spettacolo coinvolgente ed entusiasmante il cui solo rammarico è che sia terminato, e che ci si augura venga riproposto ancora; il “taglio” dell’evento, giusto ricordarlo, non era quello della competizione, il che ha lasciato ciascuno dei protagonisti libero di esprimersi seguendo la propruia fantasia e creatività, ma quello dello spettacolo, un approccio utile a consentire anche al pubblico di godere al meglio di quanto veniva proposto.

A corollario di questi commenti non si può che allegare qualche immagine, cerftamente non esaustiva di quanto si è visto, a ricordo di una serata spettacolare ed entusiasmante.

Foto Marco Ferrero


Marco Ferrero

martedì 27 febbraio 2024

ARGOMENTI:     sport