Diogene Annunci Economici

Cosa cerchi?

InfoSalute - Diogene Annunci Economici Forlì

La memoria della pelle.

Il sole fa bene?

La memoria della pelle.

La pelle parla di noi.  Ma noi sappiamo realmente di lei ? 

La memoria della pelle non è un modo di dire , 

La pelle ha una memoria incredibile, soprattutto ciò che ci è successo nei primi anni di vita, la pelle non lo scorda e come un boomerang, ce lo riproporrà negli anni a venire.  La pelle è l’organo più esteso del nostro corpo dopo l’intestino ( è estesa per ben 2 metri ca.); una persona che si è esposta troppo alla luce solare bruciandosi in alcune aree del corpo, dopo un numero significativo di anni ha molte più probabilità di soffrire di lesioni cutanee (sia benigne che non).

 

Allora via alle protezioni solari, chi più ne ha, più ne metta…ma sappiamo realmente cosa vi è contenuto dentro ? Parabeni, sles, a volte petrolati (mineral oil, petrolatum, paraffin) derivanti dal petrolio.  I parabeni sono veri e propri battericidi e fungicidicomposti chimici particolarmente potenti che per questo sono in grado di assicurare a molti prodotti ( creme solari, tinture e  cosmetici ) una lunga conservazione. Gli SLES ( O SLS ) Sodium Laureth Sulfate sono dei tensioattivi, spesso la causa di di alcune delle più comuni problematiche della pelle: arrossamenti, forfora, acne, allergie, perdite di capelli,capelli grassi, cute secca. È stato dimostrato che la pelle assorbe questi tensioattivi e impiega la bellezza di cinque giorni per espellerli e aumenta così il potenziale cancerogeno.  Quando poi si parla di filtri solari ecco qui una serie di sostanze da evitare accuratamente come l’avobenzone, l’oxybenzone, l’ecamsule e l’octocrylene, composti chimici utilizzati come filtri solari. Altri ingredienti che sarebbe meglio non trovare nelle creme solari sono il biossido di titanio, da evitare soprattutto nei prodotti spray trattandosi di un composto cancerogeno se inalato, oltre ad alcuni conservantisiliconi e sostanze che possono provocare allergie. Mi accorgo sempre più spesso che le persone non sanno leggere le etichette ed il risultato è quintali di crema, così oltre a non assimilare vitamina D, si imbottiscono pure di sostanze “ cancerogene “ sulla pelle.  Da donna adulta che ha vissuto un melanoma sulla propria pelle, vi dico di far attenzione più alle creme che al sole stesso e di ricordarvi che la vitamina D si assimila solo nelle ore centrali della giornata, dalla primavera all'autunno e se lascio la mia pelle scoperta per dieci, quindici minuti ( non oltre ) in questo modo eviterò di scottarmi durante l’estate e aumenterò le mie difese immunitarie, infatti come si è ben visto la vit. D ha un ruolo chiave nella prevenzione dell’osteoporosi, nella fissazione di calcio e fosforo nelle ossa e nella modulazione del sistema immunitario, stimolo sulla capacità difensiva del sistema immunitario, sulla riduzione antinfiammatoria ed antivirale. E’ molto importante ed opportuno informarvi che vi sono particolari condizioni in cui la VIT.D può non essere ben assimilata, come nel caso dell’obesità, essendo  liposolubile e in casi di cirrosi epatica. 

Annalisa Calandrini - Naturopata tiene consulenze pvt. a Forlì 
Food Blogger di Amarsicucinandosano - Cell. 333/7244927
www.annalisacalandrini.it 
 


Annalisa Calandrini

lunedì 21 giugno 2021

ARGOMENTI:     naturopata salute